Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

mercoledì 10 ottobre 2018

Da Calasetta ad Agropoli la nuova avventura di Alessandro Werlich

Per la rubrica "A tu per tu con i protagonisti", rivolgiamo le cinque fatidiche domande ad Alessandro Werlich che, dopo due stagioni trascorse a Calasetta, sabato 7 ottobre ha iniziato una nuova avventura tra le fila del New Basket Agropoli, nel campionato di serie C Gold, società con l’ambizione di ritornare al più presto in legadue.
Un debutto firmato con un bottino di 16 punti a referto. Niente male come inizio per l’ala piccola di Cassolnovo, che a Calasetta ci ha lasciato il cuore. E pensare che la scorsa stagione per lui stavano per aprirsi le porte della serie B con i Pirates e chissà….forse tutti e due avrebbero avuto un altro destino.

Il sogno di Alessandro di diventare un giocatore professionista continua.

L'intervista:

Nel 2016 sei arrivato a Calasetta dopo una positiva esperienza in serie B con il Globo Isernia, cosa ti ha spinto ad accettare l’invito della società tabarkina?

Inizialmente non ero molto favorevole a questa offerta, avrei voluto restare in serie B, soprattutto dopo il fantastico anno passato a Isernia, ma dopo aver conosciuto, in pochi giorni di prova, la realtà Calasettana ho voluto "buttarmi" e si è rivelata una fantastica scelta!

A Calasetta hai trascorso due brillanti stagioni, vincendo anche la classifica dei marcatori. Come è stata dal punto di vista professionale questa esperienza in gialloblu? 

Sì a Calasetta ho passato due bellissimi anni che mi hanno aiutato a crescere molto a livello cestistico, allenandomi molto a livello individuale, ma anche grazie alla fiducia che mi è stata data e mi ha permesso di mettermi in mostra dando il meglio di me! 

Sembra che a Calasetta ci sia qualcosa di speciale, tutti arrivano e non vorrebbero andar via, perché? 
Tu sei andato via per motivi di carriera, ma so che il tuo cuore è rimasto lì. 

Sì il mio cuore è restato lì, decisamente! Calasetta è un posto magico davvero, sia a livello ambientale, ma anche per quello che le persone riescono a trasmetterti, serenità e amore, infatti la mia fidanzata è una Calasettana doc.

Ad agosto hai disputato alcuni allenamenti con l’Academy. Come hai vissuto questa breve esperienza? 

Esperienza breve ma intensa, fantastica, un sogno!  Allenarsi in categorie come la serie A2 è tanta roba! Si migliora ogni giorno e ci si confronta con giocatori di altissimo livello.
Dopo quella breve esperienza in me si è confermato ancora di più il sogno di giocare per una realtà come quella della Dinamo Academy!

Ora ad Agropoli è iniziato un nuovo ciclo della tua carriera. Quali sono le prime impressioni di questa nuova avventura? 

Agropoli è una città che vive per il basket, molto ambiziosi e professionali! 
Questo è stato molto importante per trovarmi bene sin da subito! 
Ci alleniamo molto e siamo seguiti da un coach e da una società di alto livello, che sicuramente ci porterà a ottimi risultati.

Ringraziamo Alessandro per la sua disponibilità e gli auguriamo di arrivare al più presto ad alti livelli. Magari....in rossoblu.

di N.C. Basket Sardegna (C)

1 commento:

  1. Alessandro non ha lasciato solo il cuore a Calasetta, ha lasciato una traccia indelebile di professionalità e umanità.
    Speravo che si accadesse a Cagliari, per poterlo andare a vedere, ma il destino cammina su strade, non sempre parallele, ai nostri desideri.
    Un grande in bocca al lupo, dal profondo del cuore con la speranza di vederlo presto in rossoblù.

    RispondiElimina